menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mangia i funghi e si sente male, salvo per miracolo con trapianto di fegato

L'intervento è stato svolto alle Molinette dove i medici raccomandano attenzione nella raccolta di funghi soprattutto in questo periodo. L'uomo dovrebbe aver ingerito un fungo molto tossico, l'amanita falloide

Mangia funghi avvelenati ed è costretto al trapianto di fegato. L'intervento terminato solo poche ore fa è stato eseguito all'ospedale Molinette e ha permesso di fatto di salvare la vita della vittima. L'uomo, un paziente rumeno di 54 anni residente a Torino, stava pasteggiando a base di fughi quando, improvvisamente, si è sentito male: secondo i medici che l'hanno preso in cura, è probabile che il paziente abbia ingerito delle porzioni di amanita falloide, un fungo di elevatissima tossicità, il cui avvelenamento ha quasi sempre esiti mortali.

Le condizioni di salute dell'uomo sono peggiorate poco a poco tanto da rendere immediato un ricovero presso l'ospedale di Ivrea. Nella giornata di ieri è stato trasferito alla Molinette dove è stato sottoposto al trapianto del fegato, arrivato la notte scorsa dall'ospedale di Napoli. L'avvelenamento da funghi aveva, infatti, causato notevoli problemi a livello epatico che avevano del tutto compromesso l'organo. 

Il tempestivo intervento dei medici ha permesso che tutto andasse per il verso giusto: alle Molinette, tuttavia, raccomandano attenzione soprattutto in questo periodo, stagione ottima per la raccolta, ma sempre se si sa cosa si raccoglie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento