Cronaca Borgata Lesna / Via Veglia

Tabaccaio ucciso, lunedì l'autopsia per stabilire le cause del decesso

L'autopsia verrà eseguita nella giornata di lunedì. Da appurare c'è la causa del decesso del cinquantasettenne: a ucciderlo potrebbero essere state le percosse subite, oppure potrebbe essere stato stroncato da un infarto

Il pubblico ministero Chiara Maina ha incaricato il medico legale Roberto Testi di eseguire l'autopsia sul corso di Enrico Rigollet, il tabaccaio di 57 anni ucciso nel tardo pomeriggio di giovedì in via Veglia da un cliente del suo locale a cui aveva negato sigarette e caffé gratis.

L'autopsia verrà eseguita nella giornata di lunedì. Da appurare c'è la causa del decesso del cinquantasettenne: a ucciderlo potrebbero essere state le percosse subite, oppure potrebbe essere stato stroncato da un infarto.

Intanto proseguono le indagini del Carabinieri che, dopo aver arrestato l'aggressore del tabaccaio, stanno cercando di capire se vi siano responsabilità sull'allontanamento dello stesso dalla comunità di recupero in cui era ospite vista la sua dipendenza da alcol e i problemi psichici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tabaccaio ucciso, lunedì l'autopsia per stabilire le cause del decesso

TorinoToday è in caricamento