Disposta l’autopsia sul corpo dell’uomo morto sul campo di calcio a Mazzè

Si era accasciato durante una partita di calcio a 11 lunedì sera. Inutili i soccorsi e il lungo massaggio cardiaco, Roberto D’Orlando, 45 anni, si è spento poco dopo

Slittano i funerali di Roberto D’Orlando, il quarantacinquenne residente a Collegno stroncato da un malore improvviso nella serata di lunedì durante una partita di calcio a Mazzè. Alessandro Gallo, sostituto procuratore di Ivrea, ha disposto l’autopsia sul corpo dell’uomo dopo l’apertura di un’inchiesta da parte della magistratura che vede coinvolto il medico che aveva rilasciato alla vittima il certificato di idoneità sportiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Guardia giurata uccide la ex compagna e poi si suicida, lei lo aveva lasciato da poco

  • Fantomatico volantino di un (sedicente) papà: "Avete molestato mia figlia, vi sto cercando"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento