Morte Erika Pioletti, l'autopsia conferma l'infarto da schiacciamento del torace

Quando la 38enne venne rianimata il danno encefalico era già gravissimo. La procura di Torino sta procedendo per omicidio colposo

Immagine di repertorio

Morta dopo 12 giorni in un letto del pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Bosco.

E' stata eseguita l'autopsia sul corpo di Erika Pioletti, la 38enne di Domodossola che ha perso la vita per le conseguenze dei traumi riportati la sera del 3 giugno in piazza San Carlo.

Erika si era recata nel Centro di Torino, per vedere la finale di Champions League tra la Juventus e il Real Madrid.

L'esame ha confermato che la donna avrebbe riportato un arresto cardiaco da schiacciamento del torace. Quando la 38enne venne rianimata il danno encefalico era già gravissimo.

Il tipo di trauma riconduce a una fortissima compressione del corpo o un calpestamento: azioni che impediscono la corretta espansione del torace. La procura di Torino sta ora procedendo per omicidio colposo.

Potrebbe interessarti

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • Il Barbecue perfetto:  6 regole fondamentali

  • Bagnet verd, la tipica salsa piemontese: assaggiatela coi tumin

  • Come combattere la piaga dei punti neri

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Scendono a cambiare la gomma a terra, passa un'auto e li travolge: due morti e un ferito

  • Gravissimo incidente in autostrada: un morto e sei feriti, tratta chiusa tre ore

  • Tragedia nella notte: ucciso un uomo dopo un violento litigio

  • Caos in coda al concerto di Eros: 700 fan costretti a rimanere fuori

  • Giornata di sciopero per i mezzi pubblici: previsto anche lo stop della metropolitana

Torna su
TorinoToday è in caricamento