rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Cronaca Trana

Trovato morto in un campo nel Tarantino, a uccidere don Nino Marraffa è stato un malore

Lo ha confermato l'autopsia. Restano da chiarire le ragioni dell'incendio della sua auto e la sparizione del suo trolley

È stato un infarto a uccidere don Giovanni 'Nino' Marraffa, l'88enne ex parroco di Trana per 17 anni (dal 1994 al 2011, quando andò in pensione) trovato morto in un campo mercoledì 30 novembre 2022 in un campo di contrada Pozzo Sfondato, nella frazione di Uggiano Montefusco di Manduria, nel Tarantino, dove aveva deciso di trascorrere gli ultimi anni della sua vita. Lo ha confermato l'autopsia eseguita ieri, martedì 6 dicembre, dal medico legale Giampiero Bottari su incarico del pm Filomena Di Tursi della procura di Taranto, che sta coordinando le indagini dei carabinieri sull'accaduto. Le escoriazioni trovate sul suo corpo sono risultate compatibili con una caduta successiva al malore.

Resta ancora aperta la questione degli accertamenti biochimici e tossicologici, per cui il consulente ha chiesto 60 giorni di tempo per il deposito. Il caso è tutt'altro che chiuso: i carabinieri stanno lavorando per capire come mai la sua auto sia stata trovata bruciata a qualche centinaio di metri e come mai sia sparito il trolley rosso da cui l'ex parroco non si separava mai. Per quanto riguarda i pantaloni trovati con la cintura slacciata, secondo il medico legale potrebbe essersi trattato di una reazione successiva al malore, come se volesse provare a liberare il corpo da costringimenti. La procura, intanto, ha dato l'autorizzazione allo sblocco della salma per cui nei prossimi giorni potranno celebrarsi i funerali del religioso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato morto in un campo nel Tarantino, a uccidere don Nino Marraffa è stato un malore

TorinoToday è in caricamento