Soste "fastidiose" in piazza Vittorio: 18 rimozioni nel week end

I carabinieri hanno passato il sabato notte nel cuore della Movida torinese. Obiettivo, oltre i controlli contro gli alti tassi alcolici, tutte le soste selvagge che bloccano letteralmente piazza Vittorio

Diciotto auto sono state rimosse e altre venti sono state multate dai carabinieri della Compagnia San Carlo. Da mezzanotte alle tre del mattino di ieri, i carri attrezzi chiamati dai carabinieri hanno rimosso ininterrottamente diciotto autovetture parcheggiate in doppia fila tra piazza Vittorio, via Giulia di Barolo e via Pescatore. Auto lasciate dagli avventori dei numerosi locali della zona, incuranti del fatto che bloccassero altri automobilisti che volevano uscire. In effetti il parcheggio selvaggio è uno degli effetti collaterali indesiderati della movida, assieme al rumore e agli schiamazzi notturni.

Sabato sera una quarantina di carabinieri, in divisa e in borghese, era in piazza Vittorio e ai Murazzi per effettare servizi di controllo e alcol test: 114 persone identificate, 18 automobilisti sono tornati a casa a piedi, costretti ad andare a riprendersi l´auto al deposito comunale, 20 le contravvenzioni elevate ad altrettanti automobilisti indisciplinati.

Inoltre due extracomunitari ubriachi sono stati denunciati dai carabinieri del Nucleo Radiomobile per danneggiamento  aggravato e continuato di decine di auto in sosta in via della Rocca. La coppia a spasso per la città rigava le auto in sosta con le chiavi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo un giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento