Vandali scatenati a Strambino: cinque auto parcheggiate devastate nella notte

La vettura che ha subito più danni è una Punto dell'Asl To4: hanno colpito vetri, tergicristalli e specchietti

immagine di repertorio

Cinque auto parcheggiate davanti alla sede della Croce rossa di Strambino la notte di giovedì 23 febbraio 2017 sono state devastate dai vandali, che hanno anche danneggiato alcune fioriere.

L'auto più compromessa è una Fiat Punto di proprietà dell'Asl To4 (lì vicino si trova l'ambulatorio dell'azienda sanitaria), a cui sono stati rotti i vetri con un grosso sasso trovato nella parte posteriore della vettura, strappati i tergicristalli e divelti gli specchietti retrovisori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sull'accaduto indagano i carabinieri, che stanno analizzando i video delle telecamere di sorveglianza della zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Maxi-incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, uno ribaltato e due in fiamme

  • Tragico scontro con un camion, morto un automobilista

  • Viviana e il piccolo Gioele sono ancora scomparsi, ma oggi fatti avvistamenti 'importanti'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento