Torino, ruba un’auto con il sistema GPS e ignora l’alt dei poliziotti: bloccato e arrestato

All’interno del suo zaino gli agenti trovano il kit del perfetto ladro e vestiti di ricambio, per non essere rintracciato una volta compiuto il reato

Immagine di repertorio

Nel primo pomeriggio di martedì 17 novembre un cittadino italiano di 42 anni ha rubato una Fiat Uno che, attraverso il sistema GPS, è stata rintracciata in corso Cincinnato a Torino dove è stata raggiunta dagli agenti di una pattuglia della Squadra Volante che l’hanno poi seguita fino in via Plava. Qui gli agenti hanno imposto l’alt al conducente che ha tentato la fuga.

Durante il controllo all’interno dello zaino del 42enne gli agenti trovano un passamontagna, tre coltelli (uno della lunghezza di 30 cm e due di 16 cm), quattro giravite, tre taglierini, una pinza e un paio di forbici usati presumibilmente per rubare il veicolo su cui viaggiava, sostengono gli agenti. In un’altra sezione dello stesso zaino l’uomo aveva un paio di scarpe, una felpa, un cappellino, un paio di jeans e occhiali da sole. Capi d’abbigliamento portati al seguito per effettuare dei cambi veloci e non essere rintracciato, una volta compiuto il reato, ne deducono gli agenti.

Con diversi precedenti di Polizia alle spalle, il 42enne viene arrestato per furto e resistenza a pubblico ufficiale, denunciato per porto di armi od oggetti atti ad offendere e sanzionato per aver violato le normative anti coronavirus. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: cosa bisogna fare per avere i codici e vincere fino a 5 milioni

  • Zona Arancione: estesa apertura negozi, maggiori controlli, dentro e fuori, nei centri commerciali

Torna su
TorinoToday è in caricamento