menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pedaggi, piccoli rincari sulla rete autostrade: aumenti da 10 a 40 centesimi

Aumenta il pedaggio al casello di Bruere sulla Torino-Bardonecchia e le tariffe ai caselli della Torino-Savona, Torino-Aosta e Torino-Milano. Invariati i pedaggi degli altri caselli

Non bastavano gli aggiornamenti delle sanzioni amministrative relative alle infrazioni del Codice della Strada per augurare buon anno ai torinesi. Dopo gli aumenti - seppur irrisori - per le infrazioni stradali, anche il pedaggio autostradale non sarà da meno.

Si tratta dei nuovi aggiornamenti di inizio anno, stipulati fra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con le Società Concessionarie di autostrade e che vedranno i pedaggi aumentare di circa l'1,5%.

Non tutti i caselli della rete piemontese, tuttavia, saranno soggetti a tale aumento: il pedaggio sarà incrementato solo a Barriera di Bruere, sulla strada che porta alla Torino-Bardonecchia, situata tra l'innesto della tangenziale Sud e quella Nord di Torino. Il costo del pedaggio salirà così di 10 centesimi arrivando quindi a 1,40 euro a transito, per auto e moto.

Sugli altri caselli della tangenziale (Settimo, Falchera, Beinasco, che interessa gli utenti della Torino-Pinerolo e Trofarello) la tariffa di transito rimarrà la medesima.

Piccoli aumenti anche per gli utenti che si recano fuori dalla Regione. I pedaggi dell'autostrada Torino-Aosta potranno salire da un massimo di 40 centesimi ad un minimo di 10. Stessa storia anche per la Torino-Savona e la Torino-Milano le cui tariffe subiranno aumenti da 10 a 20 centesimi.

Aumenti irrisori, bisogna ammetterlo, ma che vanno ad aggiungersi a quelli previsti per le infrazioni del Codice della Strada che, dal primo gennaio hanno visto gli importi lievitare di qualche euro per multa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento