menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Più controlli sulla linea 4 contro le aggressioni ai bigliettai

La polizia municipale ha presentato questa mattina i dati sui controlli sui mezzi inerenti agli ultimi due anni. Piccata la polemica dei consiglieri di FdI "Qualcuno sta solo raccontando favole"

Il numero dei controlli effettuati dalla polizia municipale sui tram e sui pullman torinesi non è cambiato più di tanto dal 2012 al 2013. Al contrario sono diminuite le violazioni e i reati, seppur di poche unità. Dati che fanno ben sperare per il futuro. Dati che cozzano con le ultime aggressioni registrate sulla linea 4, in parte a danni dei bigliettai del Gtt e in parte ai danni di alcuni passeggeri. Un uomo, solo poche settimane fa, è stato addirittura accoltellato dentro una delle vetture all’altezza di corso Unione Sovietica. Il Comune di Torino e Gtt, giusto ieri, hanno deciso di dire basta con la mattanza dei controllori. “Vogliamo portare l’ordine sui nostri pullman e contrastare i portoghesi – ha dichiarato l’assessore alla Viabilità Claudio Lubatti – ma non siamo disposti a mettere a repentaglio le vite dei nostri uomini”.

Il progetto, che prevede i controlli della polizia municipale e di Gtt sull’insieme delle linee del trasporto pubblico cittadino, ha ripreso a macinare chilometri da questa mattina, dopo qualche giorno di riflessione. Ad oggi risultano 383 le vetture controllate nel solo mese di novembre, sia in turni mattutini che pomeridiani. Per dicembre, inoltre, è previsto un aumento che porterà il numero delle ispezioni a quota 600. “Pur avendo risorse limitate vogliamo contrastare l’evasione – ha ribadito il presidente di Gtt Walter Ceresa –. Il nostro impegno sul campo è massimo e speriamo di ottenere importanti risultati”.

Critica l’opposizione. In primis i consiglieri comunali di FdI Maurizio Marrone e Paola Ambrogio. “Il libro dei sogni descritto dai vertici di polizia municipale e Gtt non trova riscontro nell'inferno quotidiano di chi frequenta davvero i mezzi pubblici – accusa Marrone -. A parlare sono i dati da bollettino di guerra sulle aggressioni su tram e pullman. Per questo presenteremo una mozione raccogliendo lamentele e proposte dei rappresentanti sindacali del personale addetto al controllo dei biglietti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento