Cronaca

Donne vittime di violenza, 51mila euro per reinserirle nella società

Il progetto approvato a Palazzo Civico seguirà le donne con un percorso idoneo

Dieci posti in più nelle strutture torinesi per accogliere le donne vittime di tratta e sfruttamento sessuale. È ciò che consente il progetto appena approvato a Palazzo Civico da 51 mila euro, e finanziato dalla Regione, oltre a garantire il proseguimento delle varie attività già assicurate dai servizi comunali in questo senso. Se nel 2015 il servizio Stranieri della Città di Torino si era occupato di cento donne e 25 minori vittime di tratta, quest'anno si farà di più.

L'obiettivo dell'iniziativa è quello di reinserire queste donne nella società, partendo da un percorso che consenta loro di raggiungere un certo tipo di sicurezza e un'autonomia lavorativa e abitativa. Oltre all’ingresso in strutture con la presenza di personale specializzato nell’accompagnare persone fragili, per queste persone vittime di abusi sono previsti la tutela psicologica e legale, l’intervento di mediatori culturali, la copertura delle spese sanitarie, l’organizzazione di corsi di lingua italiana, lo svolgimento di attività finalizzate alla formazione professionale, anche attraverso tirocini e borse lavoro, e altri servizi. 

Secondo un'indagine, nel 2013, a Torino e nei comuni vicini - Moncalieri, Trofarello, Candiolo, Orbassano, Carmagnola, Vinovo, Piobesi, Settimo, Grugliasco, Collegno, Pianezza, San Mauro, Venaria e Chivasso - delle 369 ragazze e donne nigeriane incontrate, ben 289 sono risultate sfruttate e sotto ricatto di "Maman" (sfruttatrici) o di "Bros" (sfruttatori).

E la percentuale che riguarda le ragazze sfruttate si avvicina al 79% ed è in crescita mentre è attorno al 10% quella delle donne nigeriane che finiscono in strada per la prima volta o vi tornano dopo anni di vita normale. L'età media si aggira attorno ai 27 anni ma spesso si tratta di donne poco istruite, a volte addirittura analfabete, senza competenze lavorative adeguate al nostro mondo lavorativo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donne vittime di violenza, 51mila euro per reinserirle nella società

TorinoToday è in caricamento