menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omaggio a Serena Saracino, murales ed aula studio per la studentessa Erasmus

Cerimonia all'università in ricordo della giovane che perse la vita nella strage del bus in Catalogna. Il sindaco Fassino: "La sua esistenza è stata interrotta, non la sua memoria"

E’ stata inaugurata nella mattinata odierna, lunedì 30 maggio, la sala studio “Serena Saracino” presso il Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco di via Giuria 11. Un’iniziativa nata allo scopo di rendere omaggio alla memoria della 23enne studentessa torinese che, il 20 marzo scorso, perse la vita insieme ad altre dodici persone nel terribile incidente del pullman Erasmus a Freginals, in Catalogna.

La cerimonia ha avuto inizio in Aula magna, presenti tra gli altri il sindaco Piero Fassino e il rettore dell’Università di Torino Gianmaria Ajani, oltre alla mamma e al papà di Serena, seduti in prima fila. “Abbiamo deciso di intitolare a Serena un’aula studio perché si tratta di un luogo di incontro e condivisione per i nostri studenti”, così il direttore del dipartimento Giancarlo Cravotto, che ha aggiunto: “Tuttavia questa iniziativa non può che rappresentare una piccola cosa se rapportata al dolore per la tragedia che ha colpito Serena e la sua famiglia”. 

“Serena era una giovane volenterosa che attraverso l’impegno nello studio voleva organizzare il suo futuro - ha detto il sindaco Fassino - ma, purtroppo, il destino gliel’ha impedito. Questo gesto, anche se non ce la riporterà indietro, è tuttavia importante per tenere viva la sua memoria in un’esistenza assorbita dalla quotidianità, dove i ricordi spesso sfumano e vengono dimenticati”. 

Dopo la proiezione di un video-ricordo con le testimonianze dei suoi compagni ed amici, la mattinata è proseguita al piano terra del dipartimento, in cui si trova l’aula ora intitolata alla memoria di Serena. All’interno una targa e un murales - realizzato dall’artista Xel prendendo spunto da un disegno fatto da Serena stessa - che ritrae una ragazza con un cappello in testa mentre soffia sui petali di una rosa che tiene nella mano. Attorno a lei tredici farfalle blu - colore dell’Erasmus - simboleggiano le altrettante vittime della strage.

targa serena saracino-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento