Cronaca

Edilizia sociale, la Regione Piemonte in aiuto dei redditi zero

Approvato un ordine del giorno della consigliera Augusta Montaruli (Fdi): "Chi è senza reddito avrà la possibilità di spiegare i propri mezzi di sostentamento senza vedersi decurtati tre punti"

Un ordine del giorno che viene in aiuto dei redditi zero. In Consiglio Regionale del Piemonte è stato approvato un documento della consigliera Augusta Montaruli (Fdi) in materia di edilizia sociale. "Chi è senza reddito avrà la possibilità di spiegare i propri mezzi di sostentamento senza vedersi decurtati i tre punti", al contrario di quanto finora accaduto nelle graduatorie per l'assegnazione delle case popolari. 

"Chi intende partecipare a un bando per ottenere la casa popolare e ha reddito Isee pari a zero per redditi uguali a zero - spiega la consigliera Montaruli - non si vedrà più decurtare i tre punti ai quali avrebbe diritto, perché la Regione darà la possibilità fin dalla presentazione della domanda di spiegare le modalità di sostentamento proprie e del nucleo familiare".

"Il sì dell'aula - aggiunge Montaruli - è una piccola vittoria che rappresenta però un grande aiuto per le fasce più deboli, che così non saranno obbligate a far ricorso, allungando i tempi di attesa per l'ottenimento della casa. Tale richiesta deriva da numerose denunce dei cittadini torinesi che nell'ultimo bando si erano visti tolti dei punti senza motivazione da parte del Comune".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia sociale, la Regione Piemonte in aiuto dei redditi zero

TorinoToday è in caricamento