menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autovelox di corso Unità d'Italia, entro fine mese sarà attivo

Prove tecniche impediscono l'accensione del velox, il secondo fisso in città. L'attivazione avverrà entro la fine del mese di maggio. La conferma dall'assessorato alla Viabilità

Automobilisti dall'acceleratore facile, attenzione. A fine mese entrerà in funzione il velox di corso Unità d'Italia, posto sulla passerella Bailey, a due passi dal Palazzo del Lavoro. Doveva entrare in funzione il 7 maggio, e invece tutto è rimasto fermo, per ora, per via di alcuni problemi di trasmissioni dei dati con la polizia municipale. Gli uffici dell'assessorato hanno però confermato l'entrata in attività del velox: "Entro fine mese sarà attivo - ci dicono -. Ha una tecnologia più moderna ma diversa da quella di corso Regina, oltre a qualche normale problemino di trasmissione dati è tutto già pronto".

Il velox serve per far desistere dalle corse gli automobilisti, che non devono considerare corso Unità come una specie di autostrada: l’entrata in vigore dell’autovelox fisso – il secondo, in città, dopo quello di corso Regina Margherita – dovrebbe infatti fungere da deterrente per impedire corse sfrenate e sorpassi azzardati.

“L’impianto è stato installato e la città ha affidato l’incarico a 5 T, che si occupa della mobilità della città di Torino per realizzare l’apparecchio – ricorda il coordinatore Massimiliano Miano – sempre 5 T una volta realizzata l’apparecchiatura dovrà collaudare e mettere a punto l’autovelox con la centrale operativa del corpo dei vigili urbani, successivamente ci sarà una dleibera di giunta che dovrà dleineare gli orari di accensione dell’impianto e i limiti di velocità. Noi siamo favorevoli al velox per ridurre gli incidenti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento