menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raid vandalico alla sede del Pd, vetrate distrutte con sanpietrini

Si tratta del secondo attacco nel giro di poche settimane. Solo l'8 dicembre scorso alcuni vandali avevano imbrattato i muri della sede con insulti e scritte fasciste

Ennesimo attacco alla sede del Partito Democratico di Alpignano dove, nella notte, ignoti hanno distrutto la vetrina ed imbrattato i muri della sede di via Matteotti.

Si tratta del secondo raid vandalico nel giro di poche settimane. Solo l'8 dicembre scorso i muri e la serranda del circolo erano stati imbrattati da insulti e scritte fasciste. Questa volta, invece, i vandali si sono presentati direttamente muniti di sanpietrini ed hanno mandato in frantumi la vetrina scrivendo contro il partito e Matteo Renzi.

Sul posto i carabinieri che hanno denunciato il fatto. Un accanimento anomalo quello verificatosi negli ultimi tempi alla sede del Partito Democratico di Alpignano, dove il partito stesso è, peraltro, all'opposizione. "Ci rifiutiamo di considerare normale che le sedi di una forza politica possano impunemente essere fatte oggetto di continui atti di teppismo politico - ha detto il segretario provinciale del Pd Fabrizio Morri. - Auspichiamo che le istituzioni e tutte le forze politiche condannino insieme a noi questa escalation di intolleranza e violenza antagonista, che costituisce una preoccupante degenerazione della dialettica politica e sociale".

Immediate anche le manifestazioni di solidarietà del senatore Stefano Esposito. Sui muri della sede niente firme nè rivendicazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento