Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Violento attacco al cantiere della Tav, alcuni agenti feriti

Un violento attacco con razzi, fuochi d'artificio, bombe carta, pietre e corpi contundenti è stato scatenato intorno a mezzanotte dai manifestanti del movimento No Tav

Nella notte a Chiomonte si è registrato un nuovo violento attacco al cantiere della Tav. Razzi, fuochi d'artificio, bombe carta, pietre e corpi contundenti sono le armi utilizzate da alcuni manifestanti del Movimento contrario all'alta velocità.

Gli attivisti, incappucciati, si sono divisi in diversi gruppi e hanno colpito in più punti. Le forze dell'ordine, che presidiavano il cantiere, hanno risposto con lacrimogeni e azioni di alleggerimento. Negli scontri sarebbero rimasti feriti alcuni agenti.

La guerriglia ha avuto inizio intorno a mezzanotte. Non che prima però la situazione fosse calma. Per la serata era in programma una manifestazione del Movimento No Tav, ma intorno alle 21 alcuni attivisti, una quindicina, erano stati trasportati in Questura perché trovati in possesso di abiti idonei al mascheramento.

Il preludio alla contestazione violenta è stato sull'autostrada A32 Torino-Bardonecchia. I manifestanti hanno bruciato alcuni copertoni, costringendo le forze dell'ordine a far chiudere il tratto autostradale. In tutto questo 350 No Tav hanno sfilato anche in corteo dividendosi in due gruppi: uno diretto verso il cantiere e uno verso le montagne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violento attacco al cantiere della Tav, alcuni agenti feriti

TorinoToday è in caricamento