Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca San Paolo / Via Caraglio

Asta aperta per l'ex Belleville di via Caraglio e per l'ex scuola di via Pinelli

Servizi per i giovani per l'ex Belleville e un pertinenziale al posto della scuola chiusa da quattro anni. Queste le speranze dei presidenti delle due circoscrizioni

Tre milioni di euro. E’ questa la cifra che serve per portarsi a casa l'ex Belleville di via Caraglio e la vecchia scuola materna di via Pinelli. La scadenza per l'asta è stata già fissata, il 4 dicembre si saprà se qualcuno avrà fatto la tanto attesa offerta. Il futuro dell’ex Belleville di via Caraglio 101, i cui interni sono stati rasi al suolo alcuni anni fa, è tutto da decifrare. Gli 8mila metri quadri d'area necessitano sempre di una riqualificazione che allontani lo spetto di possibili occupazioni abusive. Magari attraverso una residenza per anziani o una struttura universitaria, queste le opzioni offerte dal bando. Ma per la circoscrizione Tre l'idea migliore è quella che porta alla realizzazione di servizi per i giovani del territorio. Su tutti la costruzione di impianti sportivi. Senza scartare l'idea di aree verdi, magari di un mini parco.

“Sono anni che lavoriamo per il futuro di quell'area - dichiara il presidente Daniele Valle -. L'ex Belleville deve esser destinata ad attività per i giovani, eventuali speculazioni a questo punto non sarebbero affatto gradite”. Per quanto riguarda l'ex scuola di via Pinelli c'è da risolvere il problema amianto presente sui tetti. La scuola, abbandonata da quattro anni, continua ad essere un grosso punto interrogativo. In questi quasi quattro anni la bonifica della tettoia non è stata fatta. L'edificio è stato lasciato al degrado più totale, esclusa una breve parentesi in cui è stato utilizzato come magazzino. E che le cose non vadano per il meglio lo si può capire anche guardando l'altezza degli arbusti e i rifiuti maleodoranti. Con l'aggravante del viavai dei gatti randagi e dei topi.

Un basso fabbricato e un parcheggio pertinenziale potrebbero essere la soluzione a tutti i problemi del quartiere San Donato. Questo secondo il parere del presidente della circoscrizione Quattro Claudio Cerrato. “L'accordo prevede lo smaltimento dell'amianto – dichiara Cerrato -. In seconda battuta si potrà procedere con il progetto di un fabbricato coadiuvato da un parcheggio sotterraneo”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asta aperta per l'ex Belleville di via Caraglio e per l'ex scuola di via Pinelli

TorinoToday è in caricamento