Cronaca

Torino assume, 44 posti di lavoro per i "Progetti di Pubblica Utilità"

Il Comune di Torino cerca per i "Progetti di Pubblica Utilità" 18 bibliotecari laureati/diplomati, 16 archivisti laureati, 6 operatori di biblioteca, 4 addetti allo smaltimento

Quarantaquattro disoccupati potranno dire addio ai pomeriggi trascorsi alla continua ricerca di un posto di lavoro.

A dare questa opportunità il Comune di Torino, attraverso i "Progetti di Pubblica Utilità", approvati dall'Agenzia Piemonte Lavoro e finalizzati ad accrescere il patrimonio di documenti digitalizzati per consentirne la documentazione online.

I destinatari del progetto, infatti, verranno inseriti con il profilo professionale "Operatore di Biblioteca con compiti complessi": in particolare si tratta di 18 bibliotecari laureati/diplomati, 16 archivisti laureati, 6 operatori di biblioteca, 4 addetti allo smaltimento. Il progetto ha una durata di 25 settimane, con un impegno settimanale di 30 ore.

Per poter effettuare la candidatura è necessario, tuttavia, essere dotati di alcuni requisiti: essere residenti o domiciliati nel Comune di Torino, non essere percettori di alcun ammortizzatore sociale, avere tra i 30 ed i 35 anni, essere disoccupati da almeno 12 mesi, essere in possesso dei titoli di studio adatti allo svolgimento delle attività del progetto.

La domanda dovrà essere presentata presso una delle due sedi del Centro per l'impiego di Torino a partire dal 1 settembre.

Verificati i requisiti d’accesso, le domande saranno ordinate secondo due criteri: reddito e patrimonio dell'intero nucleo familiare del lavoratore in base alla certificazione ISEE riferita ai redditi percepiti nell’anno 2013 e anzianità nello stato di disoccupazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino assume, 44 posti di lavoro per i "Progetti di Pubblica Utilità"

TorinoToday è in caricamento