Cronaca

Omicidio descritto nel romanzo: assolto lo scrittore Piampaschet

Ad oltre due anni dal ritrovamento del cadavere di Anthonia Egbuna nel fiume Po viene scarcerato lo scrittore accusato di omicidio. Alla lettura della sentenza Piampaschet è scoppiato a piangere

Assolto "per non avere commesso il fatto". Si chiude così la vicenda giudiziaria che vedeva coinvolto Daniele Ughetto Piampaschet, con la lettura e l'assoluzione da parte della Corte d'Assise di Torino dello scrittore, arrestato il 16 agosto 2012, in quanto ritenuto responsabile dell'uccisione della prostituta ventenne Anthonia Egbuna. Morte, secondo l'accusa, raccontata all'interno di un libro scritto dallo stesso Piampaschet.

Sono serviti quasi due anni per arrivare ad un punto. In tutti questi mesi l'indagato si è sempre professato innocente, nonostante la conferma di conoscere la vittima e di avere avuto rapporti sessuali con lei in passato.

Quando il giudice ha letto la sentenza Daniele Ughetto Piampaschet è scoppiato a piangere e ha abbracciato il suo avvocato Stefano Tizzani. "E' stata una battaglia dura e impegnativa ma siamo riusciti a demolire punto per punto la tesi del castello accusatorio - ha commentato dopo la sentenza il legale difensore -. Daniele dal primo momento si è dichiarato innocente. È solo la prima tappa di una battaglia perché la procura non ha ancora trovato l'assassino di Anthonia".

Da oggi dunque dovranno riprendere le ricerche dell'assassino della ragazza nigeriana. La ventenne era sparita il 18 novembre 2011 e trovata senza vita nel fiume Po solo tre mesi dopo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio descritto nel romanzo: assolto lo scrittore Piampaschet

TorinoToday è in caricamento