Cronaca

Per il poliziotto 'buono' la fine di un incubo: assolto dall'accusa di avere raggirato un'anziana

Giudice: "Il fatto non sussiste"

Immagine di repertorio

E' finito lo scorso dicembre 2017, con una sentenza di assoluzione perché il fatto non sussiste, e in questi giorni con il passaggio in giudicato del dispositivo pronunciato dal giudice monocratico Claudio Canavero l'incubo di Renzo De Caroli, 55 anni, poliziotto (ora in pensione) che è stato a lungo in servizio nel settore fasce deboli delle volanti e che era noto per il suo impegno in favore dei più deboli.

Era finito a processo nell'estate 2016 con un'accusa infamante: avere circonvenuto una donna di 84 anni spillandole del denaro con alcuni prelievi di somme al bancomat. Per questo era stato denunciato dai suoi colleghi della squadra mobile, mentre l'accusa era stata sostenuta dal pm Dionigi Tibone.

Difeso dall'avvocato Riccardo Marescotto, De Caroli ha dimostrato che non ha mai commesso nulla di cui era stato accusato: l'accusa è caduta come un castello di carte. "Ad esempio - spiega l'avvocato Marescotto - i prelievi al bancomat sono stati fatti, ma i soldi erano stati dati proprio all'anziana, con tanto di regolare ricevuta. Sarebbe proprio strano che uno che vuole raggirarti ti dia una ricevuta".

Non è arrivata neanche a dibattimento, invece, l'accusa di possesso e fabbricazione di falsi tesserini dell'Enel. "In questo caso - spiega Marescotto - possiamo parlare soltanto di un grosso equivoco, tant'è che neanche l'accusa ha ritenuto di doverla portare in tribunale. Era una vicenda già ampiamente chiarita".

Adesso a De Caroli resta comunque l'amaro in bocca: "Ho vissuto due anni da incubo senza avere fatto nulla di cui dovermi scusare né vergognare - spiega -. Perfino il Ministero dell'interno mi aveva chiesto un risarcimento di 100mila euro per il presunto danno d'immagine subito. I fatti hanno dimostrato che posso girare e presentarmi a tutti a testa alta".

Oggi, a maggio 2018, nessuna delle parti ha presentato appello contro la sentenza di dicembre, che quindi è passata in giudicato: l'incubo è definitivamente concluso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per il poliziotto 'buono' la fine di un incubo: assolto dall'accusa di avere raggirato un'anziana

TorinoToday è in caricamento