Cronaca Nichelino

Contrassegno assicurativo falso, 22enne rischia un'incriminazione

E' stata fermata a Nichelino e pensava di farla franca. Invece gli agenti si sono insospettiti per qualche dettaglio mancante. Dopo una rapida verifica è stato appurato che l'auto non era assicurata da due anni

Una ragazza di 22 anni di Nichelino rischia un'incriminazione per i reati di contraffazione del contrassegno e uso di atto falso. Il tutto perché, fermata dalla Polizia municipale mentre era alla guida della sua Fiat Tempra, è risultato che non pagava l'assicurazione da due anni, nonostante sul parabrezza fosse regolarmente esposto il tagliando assicurativo riportante scadenza novembre 2014.

Quando gli agenti hanno controllato i documenti della ventiduenne, lei non ha minimamente opposto resistenza. Solo l'attento controllo ha permesso ai civich di notare l'assenza del certificato e del contratto assicurativo. Inoltre è risultata esserci ancora qualche piccola difformità che ha insospettito ulteriormente gli agenti.

Dopo un rapido controllo presso il terminale Ania e presso la compagnia assicuratrice, gli agenti hanno avuto la certezza che il veicolo non era assicurato da oltre due anni e che il contrassegno assicurativo era stato abilmente contraffatto.

In loco è stato quindi sequestrato il veicolo alla ragazza, a cui è stata anche fatta una multa di 841 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrassegno assicurativo falso, 22enne rischia un'incriminazione

TorinoToday è in caricamento