Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Borgo Vittoria / Via Orvieto, 1

Ascensore fermo un mese, disabili e anziani prigionieri in casa

Emergenza nelle case popolari di via Orvieto 1/27, Atc ricorda che è attivo il protocollo Sos Fragilità

Senza ascensore da inizio settembre, imprigionati tra le mura domestiche e con poche possibilità di uscire di casa. Una ventina di famiglie delle case popolari di via Orvieto 1/27 stano convivendo con un impianto fuori servizio. Un guasto che costringe malati e disabili in carrozzina a rimanere agli arresti domiciliari. E chi ha cercato di uscire con le proprie gambe ha passato dei brutti quarti d’ora.

Una anziana 88enne, tornata dalle vacanze, è stata costretta a trasferirsi dal figlio mentre altri pensionati stanno rinviando importanti visite mediche.

Ma l’emergenza finirà solo a fine mese, così raccontano da corso Dante. “I tecnici hanno verificato che era necessario sostituire gli impulsori dell’impianto, pezzi non disponibili a magazzino che sono stati immediatamente ordinati - spiegano da Atc -. Tuttavia l’ascensore è un modello i cui pezzi di ricambio possono essere reperiti soltanto dalla ditta produttrice, con un conseguente allungamento dei tempi. L’arrivo dei componenti era previsto entro la metà di questa settimana, tuttavia si è verificato uno slittamento e i pezzi arriveranno il 28 settembre”.

Nell’androne, Atc ha affisso la consueta locandina del protocollo Sos Fragilità: in via Orvieto, però, non è stato possibile attivare la messa in strada per disabili da parte di Cpd, perché il mezzo cingolato utilizzato per portar giù per le scale le carrozzine non funziona sulle particolari scale di questo edificio. Gli abitanti in difficoltà possono però chiedere la consegna di farmaci e spesa a domicilio da parte di Auser. Atc tiene a ricordare che il servizio è completamente gratuito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ascensore fermo un mese, disabili e anziani prigionieri in casa

TorinoToday è in caricamento