Cronaca Centro / Piazza Castello

Bufera di vento su Torino e le valli: chiuso l'ascensore della Mole

Alberi e tronchi spezzati, transenne divelte e rifiuti in strada

Il vento continua a soffiare forte sulle valli alpine e si è fatto sentire per tutto il pomeriggio di domenica 22 dicembre anche nel capoluogo piemontese. A Torino in realtà la giornata sembrava primaverile, le temperature massime si sono aggirate sui 15°C. Le raffiche registrate in Val di Susa si sono aggirate sugli 85 km orari, addirittura 115 km nelle Valli di Lanzo, a Balme, mentre in città il vento ha toccato i 65 km orari. 

E non sono mancati i disagi. A causa dell'intensità delle raffiche alla Mole Antonelliana, l'ascensore è stato chiuso al pubblico prima delle 16 per rischio di oscillazioni. Per il vento, sempre a Torino, si è verificata la caduta di un albero ai Giardini Reali, mentre un albero di Natale allestito in piazza Castello vicino ai mercatini, è stato abbattuto dalle raffiche. Alberi caduti anche in provincia, a Collegno e Pianezza. 

In corso Lombardia i rami di un albero spezzati dal vento sono caduti su un taxi, sfasciando il vetro. Una parte del tetto in lamiera dell'Oval Lingotto è stata scoperchiata e ancora, transenne divelte e rifiuti in giro per le strade, sollevati dalle intense folate.

Circa duecento gli interventi dei vigili del fuoco proprio a causa del vento: in via Veglia i pompieri sono intervenuti per rimuovere delle travi pericolanti. Il vento continuerà a soffiare forte ancora nelle valli alpine nella giornata di martedì mentre in città si calmerà. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bufera di vento su Torino e le valli: chiuso l'ascensore della Mole

TorinoToday è in caricamento