menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In Piemonte altri 1260 profughi, inferiori solo alla Lombardia: è caos

Una nuova struttura di accoglienza sta per entrare in funzione nell'astigiano: è stata affidata in gestione alla Croce Rossa e dovrebbe poter accogliere almeno 100 persone

Sono 1260 i profughi che, in queste ultime ore, sono stati accolti dalla nostra Regione così come prevede la quota stabilita dal Viminale. Una quota che viene superata per numero solo dalla Lombardia, mentre in Veneto sono stati previsti solo poco più di 700 profughi.

Una parte dei migranti - oltre 400 persone - sono già stati sistemati nel centro transiti della Croce Rossa di Settimo Torinese, dove, su 150 posti, ne sono stati occupati oltre la metà. Gli altri immigrati, invece, sono stati distribuiti presso i centri di accoglienza ubicati entro i confini regionali. Altri arrivi dovrebbero essere previsti nelle prossime ore.

La prefettura ha avvisato prontamente i sindaci delle 8 province piemontesi in modo tale che possano operare per creare i luoghi di accoglienza in tempo utile. Intanto continuano gli arrivi di migranti dalle coste libiche e dalle frontiere dell'Est e resta alta la tensione sull'isola greca di Kos, dove migliaia di immigrati giunti dalle coste della vicina Turchia attendono di dirigersi verso i Paesi europei.

In Piemonte, malgrado le strutture di accoglienza siano al collasso da tempo, sta per entrare in funzione un secondo centro transiti con 100 posti: si tratta dell'ex caserma dell'Aeronautica Militare di Castel d'Annone nell'astigiano. La gestione della struttura è stata affidata alla Croce Rossa che ha messo a disposizione tende e attrezzatura per la logistica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento