menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Minaccia di ammazzare la moglie, fermato un pericoloso stalker

Durante la perquisizione in casa sono stati trovati panetti di droga, una pistola e migliaia di euro in contanti

Ad inizio settimana la polizia ha arrestato nella città di Torino due uomini, colpevoli di stalking nei confronti di altrettante donne.

Nel primo caso le volanti sono intervenute appena in tempo. L’uomo, un 70enne, si era appostato sotto la casa dove la moglie si era rifugiata dopo essere fuggita da una notte di violenze.

E’ stata proprio la donna ad allertare le forze dell’ordine perché l’uomo suonava insistentemente al citofono, urlandole di scendere.

Gli agenti, arrivati sul posto, hanno tranquillizzato il 70enne, chiamando poi i rinforzi. La vittima ha successivamente raccontato la sua versione alle forze dell’ordine, descrivendo il marito come un ex eroinomane oltre che come una persona violenta che aveva già minacciato di ammazzarla.

Durante la perquisizione in casa i poliziotti hanno trovato dei panetti di droga, un bilancino di precisione e migliaia di euro in contanti. Al piano interrato tutto l’occorrente per la coltivazione domestica di marijuana. Oltre ad una pistola rubata e abusivamente detenuta.

Poche ore dopo la polizia ha fermato un altro uomo, di 50 anni, che stava danneggiando un’auto, di proprietaria di una collega di lavoro. Gli agenti hanno identificato e fermato la persona, già autore in passato di persecuzioni a carico della stessa vittima. Anche sui social.

Entrambi gli uomini, due italiani, sono stati arrestati dalla polizia: il primo ha numerosi precedenti e dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e detenzione illegale di arma da fuoco. Il secondo di atti persecutori. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento