'Ndrangheta a Volpiano e Rivoli: arrestati tre esponenti delle cosche dopo le condanne definitive

Devono scontare poco più di tre anni

immagine di repertorio

Nella notte di oggi, mercoledì 4 novembre 2020, i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Torino hanno arrestato per associazione di tipo mafioso, tre condannati per l'inchiesta Minotauro sulle infiltrazioni della 'ndrangheta sul territorio torinese.

Si tratta di Domenico Agresta, 34 anni, esponente di spicco della locale di Volpiano, che deve scontare tre anni, quattro mesi e 15 giorni di reclusione, di Salvatore Demasi, 76 anni, esponente di spicco della locale di Rivoli, che deve scontare tre anni, sei mesi e 13 giorni di reclusione, e di Rosario Marando, 52 anni, anch'egli appartenente alla locale di Volpiano, che deve scontare tre anni, otto mesi e 25 giorni di reclusione.

Il provvedimento è scattato in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dall'ufficio esecuzioni penali della Corte d'Appello del capoluogo piemontese dopo la pronuncia della Corte di Cassazione, che ha pronunciato la condanna definitiva e inappellabile nei loro confronti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maestra d'asilo licenziata per un video hard mandato su Whatsapp al fidanzato: tutta la storia

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • Il primario della rianimazione di Rivoli è positivo al covid: aveva invitato i negazionisti "a farsi un tour in reparto"

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Tragedia a Torino: uomo si toglie la vita gettandosi nel Po

Torna su
TorinoToday è in caricamento