Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca Vallette / Via Maria Adelaide Aglietta

Giro d’affari criminale alle Vallette, nove persone arrestate

In manette anche un poliziotto penitenziario. Scoperto un traffico di droga, medicinali e telefoni cellulari

Un vero e proprio giro d’affari comprendente droga, medicinali, telefoni cellulari e altri beni, che si sviluppava sia dentro che fuori le mura del carcere. Il tutto con la compiacenza di poliziotti corrotti.

Eccola qui l’”Operazione Vallette”, un’indagine che ha portato a ben nove arresti, tra cui anche un pubblico ufficiale, e a indagare su altri tre membri della polizia penitenziaria. Pesantissime le accuse: corruzione, induzione alla corruzione, detenzione e cessione di stupefacenti e medicinali.

Tutto è partito da una segnalazione di alcuni membri della polizia del carcere. Le indagini, durate oltre un anno e svoltesi tramite appostamenti e pedinamenti continui, hanno permesso di appurare come il commercio si sviluppasse attraverso le tecniche più disparate, talvolta anche lanciando i beni oltre le mura del carcere con delle fionde. Beni che venivano poi recuperati all’interno della struttura dai detenuti stessi. Altre volte invece, a introdurre la merce nel carcere erano gli stessi poliziotti penitenziari o dipendenti di ditte esterne che sfruttavano il loro normale turno lavorativo per compiere i reati.

A portare avanti le operazioni è stato l’ufficio attività di polizia giudiziaria, unitamente alla sezione antidroga della Squadra Mobile di Torino. Di seguito l’elenco di sei delle nove persone arrestate (le altre tre sono due detenuti e un operaio addetto alla manutenzione delle caldaie): Leonardo Cici (nato a Santeramo in Colle, provincia di Bari); Antonio Dimeo (nato a Torino); Andrea Micci (originario di Catania); Simona Linguaglossa (di Torino, collocata ai domiciliari); Ismet Sulejmanovic (nato in Bosnia); Fadila Sulejmanovic (nata in Bosnia). Tutte le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal Gip di Torino Luca Del Colle.

Contestualmente, le indagini hanno permesso di sequestrare complessivamente 1,5 kg di hashish, 50 grammi di eroina, 10 telefoni cellulari, svariati caricabatterie, medicinali e altri beni il cui possesso è vietato dalle norme di giustizia carceraria. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro d’affari criminale alle Vallette, nove persone arrestate

TorinoToday è in caricamento