menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spara al compagno dell'ex moglie, arrestato un uomo di 45 anni

La sparatoria era avvenuta a seguito di un violento litigio poichè l'aggressore non accettava la relazione che la vittima aveva con la sua ex moglie

E' stato rintracciato e fermato nei pressi della casa della figlia Vincenzo Salvatore Giuseppe Cutuli, classe 1969, l'uomo che nella serata dell'11 luglio aveva sparato ad un uomo africano, ferendolo ad un piede.

L'episodio si era verificato nel quartiere di San Salvario, in corso Massimo d'Azelio angolo via Berthollet. La vittima, un cittadino algerino classe 1979, era stato immediatamente trasportato all'ospedale Cto e dopo la rimozione dell'ogiva dal piede sinistro, era stato giudicato guaribile in 45 giorni.

Grazie alla testimonianza dello sventurato ed alle immediate attività investigative, gli agenti erano riusciti ad appurare che lo straniero era stato attinto da colpo d'arma da fuoco dopo un violento litigio avuto con l'ex marito della sua attuale convivente, del quale, la vittima, sapeva indicare solamente il nome di battesimo.

Identificato l'autore del reato, le prime ricerche avevano dato esito negativo. Inoltre, la perquisizione del suo attuale domicilio aveva consentito agli agenti di rinvenire e sequestrare tre chilogrammi di sostanza stupefacente.

Dopo la scoperta di ulteriori indizi a carico dell'aggressore da parte della Squadra Omicidi, gli investigatori sono riusciti a fermare l'indiziato nella mattinata del 21 luglio, proprio nei pressi dell'abitazione della figlia. Di fronte al quadro indiziario il responsabile ha confessato spontaneamente, sia l'aggressione che la detenzione di sostanza stupefacente.

L'aggressore è stato, pertanto arrestato. Quanto all'arma da fuoco, ha dichiarato di averla gettata nel fiume Po, subito dopo la sparatoria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento