Cronaca Nizza Millefonti / Via Genova

Il truffatore di Tutto Pellet finisce in manette, ora rischia 10 anni

Aveva truffato centinaia di persone prendendo soldi per il pellet mai venduto. Arrestato nel cosentino dopo quasi tre mesi di indagini. Avrebbe intascato almeno 580 mila euro

Finisce con l’arresto di Fabio Ballerino la lunga vicenda del negozio di via Genova “Tutto Pellet” che aveva visto, nei mesi scorsi, centinaia di acquirenti, torinesi e non, truffati da questo ventiquattrenne originario del cosentino. Ed è proprio nella sua terra che è stato arrestato.

Dalla fine di ottobre il giovane imprenditore era scomparso dal capoluogo piemontese. Esattamente, e qui vi riportiamo l’intera vicenda, dal giorno in cui sarebbero dovute iniziare le consegne del combustibile per stufe ordinato o nel negozietto aperto da pochi mesi nel quartiere Lingotto, oppure via internet. Il perché molti avessero scelto Tutto Pellet è semplice da spiegare: i prezzi applicati - un sacco a 3,40 euro invece che 5 euro - erano estremamente vantaggiosi e, visto l’arrivo imminente dell’inverno, moltissimi ne avevano approfittato.

Ma la truffa si nascondeva dietro l’angolo e così, dopo aver ricevuto il saldo anticipato, come veniva espressamente richiesto, Fabio Ballerino è sparito dalla circolazione.

Come disposto dal provvedimento del gip di Torino Paola Boemio, che ha eseguito la richiesta del pm Eugenia Ghi, il ragazzo è stato arrestato con l’accusa di bancarotta fraudolenta. Si sarebbe intascato almeno 580 mila euro prima di lasciare Torino e fare ritorno nel cosentino. Le indagini sono iniziate a fine ottobre, con le prime denunce e le prime perquisizioni dei locali aziendali. Da quanto scoperto dalle Fiamme Gialle, Ballerino avrebbe spostato più volte i soldi intascati tra conti correnti e spesi alcuni per fini personali e l’acquisto di una casa, ora posta sotto sequestro preventivo.

Vista l’accusa Fabio Ballerino rischia una pena di dieci anni di reclusione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il truffatore di Tutto Pellet finisce in manette, ora rischia 10 anni

TorinoToday è in caricamento