menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Soldi sequestrati

Soldi sequestrati

Si fingeva vigile per derubare gli anziani, sequestrati beni e denaro per mezzo milione

L'arresto del truffatore ha permesso agli agenti di perquisire agglomerati e abitazioni di soggetti di etnia sinti sequestrando 80mila euro in contanti e 35omila tra beni e conti bancari

Si fingeva vigile urbano e dopo aver conquistato la fiducia delle sue vittime, specie ultraottantenni, le derubava. Lui, Giuseppe G., 56 anni, nomade di origini sinti ma abitante a Nichelino, è stato arrestato dagli agenti della polizia di Stato dopo una complessa attività investigativa contro il fenomeno delle truffe ai danni di anziani.

Al reo sono stati riscontrati gravi indizi di colpevolezza per due furti avvenuti a Torino e a Chieri ai danni di due ultraottentenni: ad aiutare l'uomo, perlatro, la capacità di parlare bene il dialetto piemontese, ancora molto diffuso nella comunità sinti. A smascherarlo sono state le telecamere installate dai famigliari di una delle sue vittime. Nel primo epidosio l'uomo, fingendosi vigile urbano, ha conquistato la fiducia dell'anziana e le ha sottratto del denaro. Nel secondo episodio il reo - con l'ausilio di un complice al momento ignoto - si è introdotto all'interno dell'abitazione di una pensionata derubandola di denaro e libretto postale. Inutile l'intervento, nell'occorso, della polizia municipale che, dopo un breve inseguimento, aveva perso le tracce del truffatore.

Video | Il truffatore in azione smascherato dalle telecamere

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante l’arresto sono state effettuate diverse perquisizioni presso le abitazioni e gli agglomerati di soggetti di etnia sinti. A seguito di tali operazioni sono stati sequestrati numerosi gioielli e la somma di 80.000 euro in contanti.  L’attività eseguita successivamente ha consentito, inoltre, di sequestrare attraverso provvedimenti emessi dal Tribunale di Torino – Sezione misure di Prevenzione – diversi veicoli e conti correnti bancari per una ammontare di circa 350.000 euro. 
Sono in corso accertamenti da parte degli agenti di polizia per individuare i complici del truffatore e il patrimonio complessivo riconducibuile al predetto
 

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento