Il trafficante mai domo: si lancia nel vuoto, si fa male, tenta di corrompere gli agenti e sputa

Bloccato dalle ferite alle gambe

immagine di repertorio

Nel pomeriggio di giovedì 7 maggio 2020 gli agenti del commissariato Barriera di Milano hanno prima fermato il cliente di uno spacciatore, che aveva appena acquistato una pallina di cocaina e una di eroina nell'androne di un palazzo di via Luini, e subito dopo il venditore stesso, un gabonese di 24 anni che vive lì.

Il trafficante, vedendosi in trappola, si è lanciato dal balcone della cucina dell'appartamento, al secondo piano dello stabile, atterrando sulla soletta dei garage in cortile. Tuttavia, ha fatto male i conti e ha riportato ferite alle gambe che lo hanno bloccato, permettendo ai poliziotti di arrestarlo in collaborazione con i vigili del fuoco e con l'ambulanza del 118.

Nell'attesa dei soccorsi, il ragazzo (sulla cui testa pendevano già due ordini di carcerazione) ha pure cercato di corrompere gli agenti offrendo loro 5mila euro, ottenendo naturalmente un rifiuto. Nonostante fosse dolorante e a terra, a uel punto ha insultato i poliziotti e ha sputato in faccia a uno di loro.

Nella perquisizione dell'appartamento sono stati poi trovati decina di grammi di droga e 900 euro in contanti, oltre al necessario per il confezionamento delle dosi.

Nel corso della settimana altri due spacciatori sono stati arrestati dalla polizia in altre operazioni.

Cocaina in vendita nei vialetti del parco: preso

Nella notte di lunedì 4 maggio 2020, un 24enne è stato arrestato da una pattuglia della squadra volante vicino ai campetti sportivi di viale
Medaglie d’Oro nel parco del Valentino. Nelle sue tasche aveva 59 dosi di cocaina (40 grammi complessivi) e 205 euro in contanti.

Il ragazzo, che alla vista degli agenti aveva tentato di fuggire, era già stato colpito dal divieto di dimora nel Comune e nella Provincia di Torino sempre per reati inerenti gli stupefacenti.

Pusher e cliente si separano e scappano, ma il primo viene acciuffato

Un ghanese di 24 anni è stato arrestato nel pomeriggio di venerdì 8 maggio 2020 dagli agenti del commissariato Dora Vanchiglia. Mentre passavano in corso Giulio Cesare, i poliziotti hanno assistito, a pochi metri di distanza, su lungodora Firenze, a una compravendita di droga tra due persone. Accortisi della presenza degli agenti, i due si sono separati e sono fuggiti. Il pusher è stato fermato un centinaio di metri dopo e trovato in possesso di una ventina di dosi di marijuana per un peso di quasi 80 grammi. Oltre all'arresto gli è stata contestata anche la presenza in strada senza motivo contro le disposizioni anti-coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

droga-sequestrata-lungodora-firenze-200508-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Prodotti tipici, feste di via e festival: cosa fare a Torino sabato 26 e domenica 27 settembre

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna trionfa al primo turno

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento