Cronaca

Violente rapine ai danni di due donne a Torino, identificato dopo quattro mesi e mezzo: era già in carcere

È stato raggiunto da un nuovo provvedimento cautelare

Un 42enne tunisino, senza fissa dimora e già detenuto nel carcere di Torino per altre cause, è stato raggiunto, a fine luglio 2023, da un nuovo ordine di custodia cautelare per due violente rapine ai danni di donne avvenute lo scorso 16 marzo nei Centro e Crocetta. In quell'occasione le vittime furono scaraventate a terra, a breve distanza di tempo l'una dall'altra, e una di loro riportò una prognosi di tre mesi. L'uomo è stato riconosciuto da alcuni testimoni e identificato anche grazie alle immagini delle telecamere della zona, Sono stati i militari delle stazioni Po Vanchiglia e San Salvario a ricostruire l'accaduto, che costò tra l'altro lesioni guaribili in tre mesi a una delle due vittime, entrambe trasportate in ospedale.

Quel giorno il primo episodio avvenne in corso Einaudi all'ora di pranzo. L'uomo si avvicinò a una 61enne italiana e l'aggredì alle spalle allo scopo di rubarle collana e borsetta. Il tunisino fuggì a mani vuote in bicicletta ma la vittima riportò appunto lesioni alle vertebre giudicate guaribili in tre mesi. Poco dopo lo stesso malvivente aggredì una 77enne italiana mentre stava rincasando in via dei Mille dopo aver fatto la spesa al mercato. Anche in questo caso la vittima fu scaraventata a terra riportando una prognosi di 40 giorni per una frattura all'omero. In quell'occasione anche una vicina, accorsa in aiuto dell'anziana, fu gettata a terra senza riportare alcuna conseguenza prima della fuga in bicicletta, questa volta con la borsetta appena scippata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violente rapine ai danni di due donne a Torino, identificato dopo quattro mesi e mezzo: era già in carcere
TorinoToday è in caricamento