Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Riconosciuto su facebook, arrestato rapinatore della "banda dello sgambetto"

Decine i colpi messi a segno nelle vie lungo il Po. Amin, 31 anni, è stato arrestato dopo aver rapinato, con due complici, quattro ragazzi italiani. Dopo essere scappato l'aggressore è stato identificato su facebook

Facevano lo sgambetto alle loro vittime prima di rapinarle. Con questo metodo due uomini di nazionalità marocchina, e una donna, hanno messo a segno decine di colpi sul lungo Po, ma dopo l'ultima sono scattate le manette per uno di loro grazie all'identificazione su facebook.

Conosciuti come la "banda dello sgambetto", i tre rapinatori agivano a qualsiasi ora della giornata. Nella mattinata di ieri aveva individuato le vittime di turno: due ragazzi poco più che ventenni con le rispettive fidanzate sono stati seguiti e "sgambettati" sulle rampe delle scale di lungo Po Cadorna. Uno dei ragazzi ha perso l'equilibrio e in pochi secondi è stato rapinato del telefonino cellulare.

Tra le vittime e i rapinatori maschi è nata una colluttazione, mentre la donna si è data alla fuga con il bottino. Dopo qualche minuto è stata raggiunta anche dagli altri due complici, mentre i ragazzi hanno chiamato i Carabinieri, chiesto soccorso e fornito una dettagliata descrizione dei loro aggressori.

Una delle descrizioni fornite corrispondeva ad un personaggio noto alle forze dell'ordine per alcuni fatti accaduti nella zona dei Murazzi. Amin, questo il nome del rapinatore, è stato identificato grazie al suo profilo facebook e riconosciuto dalle vittime.

I Carabinieri si sono presentati sotto casa sua e lo hanno arrestato. Ora è caccia ai complici di Amin.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riconosciuto su facebook, arrestato rapinatore della "banda dello sgambetto"

TorinoToday è in caricamento