Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Barriera di Milano / Corso Giulio Cesare

Caos in corso Giulio, contestatori tentano di bloccare l'arresto del pusher

L'operazione dei carabinieri è stata duramente contestata da alcuni soggetti, una dei quali è stata arrestata per resistenza a pubblico ufficiale

"E' lui che spaccia, portatelo via. Grazie per il vostro lavoro". Queste le grida dei residenti di corso Giulio Cesare, nei pressi del giardino ex GFT, durante le operazioni dei carabinieri che hanno permesso di arrestare Mohammed M. A. per spaccio di stupefacenti. A creare il caos un gruppo di contestatori che hanno ostacolato l'attività dei militari.

Il pusher, marocchino di 33 anni abitante a Rivalta di Torino è stato trovato in possesso di 88 grammi di marijuana suddivisi in 10 involucri, pronti allo spaccio.

Insieme all'uomo è stata arrestata anche Manuela M., 28 anni, abitante a Torino, per resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale. La donna, assieme ad altri soggetti in corso d'identificazione, hanno cercato di impedire ai militari di controllare, perquisire e accompagnare in caserma il pusher. La ragazza è stata bloccata e fatta salire sulla vettura di servizio.

Circa dieci persone hanno contestato il lavoro dei militari e hanno cercato di aprire le portiere delle macchine per permettere ai due fermati di scendere, mentre dai balconi i residenti invitavano le forze dell'ordine a non mollare.

Alla fine le quattro autoradio intervenute sul posto per calmare gli animi si sono allontanate con i due arrestati a bordo e gli applausi dei cittadini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos in corso Giulio, contestatori tentano di bloccare l'arresto del pusher

TorinoToday è in caricamento