menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Picchia e rapina l’amico poi lo fa spogliare e lo lascia nudo in strada: arrestato 

Arrestato dopo aver malmenato e derubato l’amico con il quale aveva passato il venerdì sera. Sabato mattina, 28 settembre, i carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Vigevano hanno tratto in arresto in flagranza per il reato di rapina un 39enne pregiudicato, nato a Chivasso e residente a San Giusto Canavese, di fatto senza fissa dimora.

L’uomo, intorno alle 3 del mattino in Via Toscanini a Vigevano, dopo aver percosso violentemente un suo amico 40enne, nato e residente a Mede (Pv), di fatto senza fissa dimora, accusandolo senza motivo di avergli sottratto il portafoglio, si è impossessato del telefono cellulare che la vittima aveva appena acquistato col reddito di cittadinanza. Dopo la rapina, il torinese ha costretto l’amico a spogliarsi e a lasciare tutto a terra obbligandolo ad andarsene in quelle condizioni. I militari, in servizio di perlustrazione, lo hanno trovato pochi minuti dopo copiosamente sanguinante. Trasferito in ospedale, il ferito riportava 20 giorni di prognosi.

Grazie alla descrizione fornita dalla vittima, i carabinieri sono riusciti a rintracciare in cinque minuti il malfattore presso i giardini di Piazza Volta. Nel suo zaino è stato trovato il cellulare rubato poco prima all’amico.

L’arrestato, espletate le formalità procedurali, è stato trattenuto presso la camera sicurezza della Compagnia carabinieri di Vigevano e poi trasportato presso il Tribunale di Pavia per essere sottoposto al rito direttissimo che ne ha convalidato l’arresto disponendo la custodia cautelare in carcere sino al processo fissato per martedì 1 ottobre.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento