Cronaca

La ricetrasmittente trovata sventa un furto a Pino Torinese

Un uomo di trent'anni è stato arrestato a Pino Torinese dopo aver detto alla radio: "Sono appena passati, andiamo". A bordo di una Smart con targhe contraffatte ha provato a scappare alla vista dei Carabinieri

Voleva compiere un furto ma i Carabinieri lo hanno fermato e arrestato grazie ad una ricetrasmittente trovata qualche settimana prima e tenuta sempre accesa in attesa che qualcuno parlasse. Un trentenne di Pino Torinese è stato beccato poco prima di passare all'azione mentre avvertiva i suoi complici del passaggio dell'auto dei militari da via San Felice.

"Sono appena passati, andiamo", avrebbe detto l'uomo. Parole ascoltate chiaramente dai Carabinieri (che avevano trovato quello strumento sul luogo di un furto) che hanno capito subito a chi si riferissero. Facendo un secondo giro dell'isolato hanno notato una Smart nera che, allo loro vista, si dileguava. Dopo un breve inseguimento l'automobilista ha fermato l'auto e ha continuato la fuga a piedi, prima di essere fermato.

Durante la perquisizione personale e della macchina, i militari hanno trovato una radiotrasmittente, un apparato elettronico di disturbo di frequenze, chiamato "jammer", il quale non consente l’attivazione dei sistemi d’allarme muniti di combinatore telefonico gsm collegato con le forze dell’ordine o con i proprietari delle private dimore, un paio di guanti da carpenteria, una torcia elettrica, una chiave inglese ed una federa da divano. Da una attenta osservazione della Smart dell'uomo, è stato riscontrato che sia la targa anteriore sia quella posteriore erano state abilmente contraffatte, reato per cui l'uomo residente ad Asti è stato arrestato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ricetrasmittente trovata sventa un furto a Pino Torinese

TorinoToday è in caricamento