Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

'Ndrangheta: arrestato Nevio Coral, ex sindaco di Leinì

Nevio Coral, già sindaco di Leinì per oltre 10 anni, è tra gli arrestati nel'ambito della maxi-inchiesta sulla 'ndrangheta. Le prove a carico di Coral secondo gli investigatori sono pesanti

C' é anche un politico "storico" dell'hinterland torinese tra gli arrestati nella maxi operazione contro la criminalità organizzata calabrese che si è svolta nella notta a Torino e in altre città italiane. Nevio Coral, già sindaco di Leinì (Torino) per oltre 10 anni e suocero dell'assessore regionale alla Sanità (che ha rimesso le deleghe in seguito allo scandalo tangenti scoppiato di recente) Caterina Ferrero, è infatti tra gli arrestati di questa notte. Nevio Coral e' stato portato nel carcere delle Vallette a Torino. La sua omonima azienda è stata immediatamente sottoposta a provvedimento restrittivo.

Le prove a carico di Coral secondo gli investigatori sono pesanti. In un'intercettazione Coral - riferisce l'Ansa - conversa con un appartenente alle 'ndrine e pronuncia la frase ''il principio che dobbiamo adottare è la creazione di un gruppo: ne mettiamo uno in municipio, uno in consiglio comunale, uno alla pro loco e così diventiamo un gruppo forte". Per Caselli si tratterebbe del "biglietto da visita della 'ndrangheta da spendere nel mondo politico e imprenditoriale piemontese. Non c'é alcun dubbio del gip sulla sua consapevolezza". Sempre Caselli lo ha definito "un soggetto ben collocato nell'ambiente 'ndranghetista, che foraggia gli affiliati quando detenuti, che promette posti di lavoro, che consente a esponenti malavitosi di insediare la sede della loro impresa nei capannoni della sua azienda, la Coral spa''.

VIDEO: COSI' I BOSS BRINDANO ALL'OMBRA DELLA MOLE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Ndrangheta: arrestato Nevio Coral, ex sindaco di Leinì

TorinoToday è in caricamento