Palpeggiava ovunque alcune pazienti durante le visite nello studio, medico arrestato

Coinvolta anche una minorenne

Immagine di repertorio

Grazie alla denuncia di una donna è stato arrestato un medico di base per violenza sessuale. La signora, paziente del medico, lo scorso luglio ha segnalato il comportamento manifestamente non professionale tenuto dall’uomo che, nell’occasione di una visita in merito ad attacchi di asma, spogliava completamente la donna.

Da questo episodio è partita l’attività investigativa che ha fatto luce su altre situazioni analoghe e anche su una vicenda riguardante una minorenne risalente più indietro nel tempo.

Ascoltate altre pazienti del medico di base

Successivamente sono state sentite altre 6 pazienti, le quali hanno raccontato episodi di palpeggiamenti ai seni, ai glutei e ai genitali. I fatti accertati si sono verificati tra il 2014 e il 2018, su donne di età compresa tra i 29 e i 46 anni.

L’arresto

I carabinieri della Compagnia Torino Mirafiori hanno notificato, nel pomeriggio di venerdì 16 novembre, un’ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari al medico di base dell’Azienda Sanitaria Locale, per i reati di violenza sessuale commessa da incaricato di pubblico servizio nell’esercizio delle sue funzioni e violenza sessuale commessa da incaricato di pubblico servizio nell’esercizio delle sue funzioni nei confronti di persona che non ha compiuto 14 anni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

  • Aeroporto Torino, Air France lancia il volo per New York a un prezzo stracciato

  • Treno travolge un'auto al passaggio a livello: veicolo trascinato per 50 metri, una persona tra le lamiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento