menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palpeggiava e rapinava le donne vicino all'ospedale infantile: arrestato

Ventisettenne molestava e rapinava le mamme che uscivano dall'ospedale Regina Margherita. Dopo alcune denunce, la polizia è risalita al colpevole

Preso il maniaco rapinatore che operava nei pressi dell'Ospedale Regina Margherita. Lo scorso marzo, una donna denunciò di essere stata vittima di una rapina consumata proprio in quella zona. Il fatto era avvenuto nei pressi delle scale che conducono alla struttura ospedaliera. La donna, nella circostanza, denunciò anche di aver subito lesioni a causa dell’aggressione.

Circa un mese dopo, a fine aprile, un’altra donna riferì di essere stata rapinata mentre si allontanava dallo stesso ospedale. Poco dopo le venti, dirigendosi verso il parcheggio di corso Unità d’Italia, veniva bloccata da dietro da un uomo che le metteva una mano sulla bocca per impedirle di chiedere aiuto mentre con l’altra le toccava e palpeggiava le parti intime. La donna riusciva a divincolarsi ma, in quel frangente, l’uomo le strappava la borsa e si dava alla fuga a bordo di un’auto della quale la vittima riusciva a dare importanti indicazioni.

Le indagini condotte dagli agenti del Commissariato Barriera Nizza hanno permesso di risalire all’autore del gesto che è risultato essere anche il responsabile della prima rapina perpetrata a marzo. Non si esclude che l’uomo, un italiano di 27 anni, possa essere l’autore di altre azioni simili. Per i fatti contestatigli, il ventisettenne è stato denunciato per furto, rapina, lesioni personali e violenza sessuale

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento