Omicidio di Francesco Daniele, fermato un uomo di Crescentino

Un uomo di 43 anni, è stato fermato dai Carabinieri per l'omicidio di Francesco Daniele, il muratore che ieri è stato trovato morto con un proiettile al petto

Un quarantatreenne di Crescentino è stato fermato per l'omicidio di Francesco Daniele, l'uomo trovato senza vita in una boscaglia in località Cascine di Verrua Savoia, al confine tra le province di Torino e Vercelli.

I magistrati della Procura di Torino, che coordinano le indagini, hanno provato ad interrogare il presunto killer, ma questi si è avvalso della facoltà di non rispondere. Dalle ricostruzioni il delitto si sarebbe compiuto intorno alle 19 di domenica sera. Poco prima Francesco Daniele era stato visto uscire da un Bar con 300 euro vinti ad una macchinetta ludica. Il movente potrebbe essere proprio attinente alla fortuna avuta nel gioco dalla vittima. Potrebbe essere stato ucciso infatti a scopo di rapina. E' questa una delle ipotesi formulata dai Carabinieri

A trovare il cadavere, in mezzo agli alberi, nelle campagne di Verrua Savoia, è stato un contadino, che ha dato l'allarme. Le indagini dei carabinieri del Nucleo investigativo e della compagnia di Chivasso si sono subito concentrare sulle ultime ore di vita della vittima, alle spalle qualche piccolo precedente penale e un arresto per droga nel 2010.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Maxi-tamponamento in tangenziale: coinvolti cinque veicoli, traffico paralizzato

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

Torna su
TorinoToday è in caricamento