menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine di repertorio

immagine di repertorio

Condannato definitivamente per lo stupro di una ragazza era sparito: acciuffato dopo due anni

Deve scontarne quasi sei

La guardia di finanza di Savona ha catturato, nel pomeriggio di ieri, giovedì 9 luglio 2020, a Ivrea, un 55enne italiano ex pr di una discoteca di Alassio accusato di violenza sessuale (l'episodio risale al 2010) nei confronti di una ragazza russa, allora 28enne e residente a Torino, che si trovava in vacanza da un amico, e condannato nel 2014 a sei anni e sette mesi di carcere.

L'uomo era ricercato da due anni: dopo la condanna definitiva emessa dalla Cassazione il 13 aprile 2018 si era reso irreperibile. Da tempo i militari avevano sotto osservazione le località che abitualmente frequentava: Alassio era rimasta ancora un punto di riferimento, anche se la guardia di finanza ritiene che Messina possa aver fatto perdere le tracce, nell'ultimo periodo, dimorando prevalentemente in Francia. Le operazioni, condotte sul territorio dai militari del nucleo polizia economico-finanziaria di Savona diretto dal maggiore Danilo De Mitri, sono state costantemente dirette dal sostituto procuratore Giovanni Battista Ferro.

Ora il 55enne, che deve scontare un residuo di pena di cinque anni e 11 mesi di reclusione, si trova nel carcere di Genova Pontedecimo. La perquisizione eseguita dai militari durante le operazioni ha consentito di scoprire, in un condominio alle porte di Ivrea, documentazione e contratti riportanti vari alias, utilizzati per eludere i controlli. La compagna, una giovane estone, è stata segnalata a piede libero per favoreggiamento.

L'uomo si è sempre dichiarato innocente, sostenendo che fosse consenziente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento