Cronaca

Commerciante diventa rapinatore seriale per pagare i debiti al videopoker

L’uomo è un 50enne di Torino, arrestato lunedì scorso a Rivoli e sospettato di decine di reati

I suoi soldi se li era giocati tutti alle slot machine. Così, schiacciato dai debiti, aveva deciso di recuperare il denaro perso rapinando i negozi di Torino e provincia. 

Sono scattate le manette per Giovanni Licari, 50enne residente a Torino, arrestato lunedì scorso a Rivoli, intorno alle 19, dopo settimane di indagini. Tra il 19 e il 29 gennaio scorsi, Licari aveva rapinato rispettivamente un’erboristeria a Grugliasco, un negozio d’abbigliamento di corso Casale a Torino, un outlet d’abbigliamento di Rivoli in largo Susa e, ultime in ordine di tempo, una profumeria e una parafarmacia di Collegno.

Prima di procedere alle rapine, Licari si accertava che i negozi da lui scelti fossero gestiti solamente da donne, che egli minacciava puntando loro un taglierino o una chiave da meccanico. A incastrarlo sono state le immagini delle telecamere di sicurezza degli esercizi da lui rapinati.

Titolare in passato di un negozio d’abbigliamento, Licari ha raccontato ai carabinieri di soffrire di una grave patologia di ansia da gioco d’azzardo compulsivo: “Sono malato di gioco e non riuscivo a smettere”, ha rivelato l’uomo, raccontando come avesse iniziato a giocare per pagare i debiti del suo negozio e, successivamente, si fosse messo a rubare per ripianare quelli derivanti dal gioco. 

Stando alle indagini dei militari di Rivoli, l’uomo è sospettato di aver messo a segno decine di colpi in tutta la provincia di Torino. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commerciante diventa rapinatore seriale per pagare i debiti al videopoker

TorinoToday è in caricamento