menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mazzette da 2mila euro nel panino, in manette il medico dei falsi invalidi

Enrico Quaglia, già indagato a settembre, è stato arrestato questa mattina dai carabinieri del Nas di Torino

Una nuova bufera ha investito il medico legale Enrico Quaglia. Il medico, già indagato a settembre per il caso dei falsi invalidi, è stato arrestato questa mattina dai carabinieri del Nas di Torino, con l’accusa di corruzione. 

Questa volta, ad incastrare Quaglia sarebbe stato un panino. Si, proprio un sandwich “imbottito” di ben 2mila euro che il medico aveva consegnato – i fatti risalgono allo scorso settembre – a Enrico Maggiore, il presidente della commissione di verifica del Ministero dell'Economia finito anch'egli coinvolto nell'inchiesta sui falsi invalidi e per il quale le manette erano scattate lo scorso settembre.

Le immagini della consegna del panino incriminato erano state riprese dalle telecamere. Quella somma serviva a concedere certificazioni mediche false, o parzialmente false, per fare ottenere pensionamenti anticipati per invalidità ad alcuni dipendenti pubblici. Cinquemila euro era il denaro incassato da Quaglia per ogni singola pratica, di cui mille venivano consegnati a Maggiore. 

L’ordine di custodia cautelare nei confronti del dentista è stato disposto dal gip Alessandra Pfiffner, su richiesta dei pm Gianfranco Colace e Laura Longo

In totale, sono addirittura 592 le pratiche irregolari scoperte dal 2005 al 2015. La Procura di Torino ha inoltre disposto il sequestro preventivo dei beni dei due indagati: 600mila euro per Maggiore, un milione e centomila euro per Quaglia.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento