Cronaca Collegno

300 mila euro per foto osé con l'amante, estorsione a Collegno

Trecento mila euro per non diffondere una serie di foto osé: è l'estorsione che un commesso di Collegno ha tentato nei confronti di un imprenditore torinese. E' stato arrestato dai carabinieri di Pinerolo

Un commesso di Collegno è stato arrestato dai carabinieri di Pinerolo per tentata estorsione. L'uomo ha chiesto 300 mila euro ad un imprenditore per non diffondere una serie di foto osé in cui era stato ritratto in compagnia della sua ex amante di Santo Domingo, a sua volta vittima da sei mesi di un analogo ricatto da parte di alcuni individui che sarebbero entrati in possesso anche loro di alcune foto che li ritraevano in atteggiamenti equivoci. Lei aveva già pagato 4 mila euro, ma non riusciva più a far fronte alle richieste.

L'arresto è avvenuto grazie ad una trappola preparata dai Carabinieri. E' stato organizzato l'incontro per la consegna di una prima rata di 10 mila euro, presso l'area camper Abrate all'uscita dalla tangenziale per Moncalieri e al momento dello scambio sono scattate le manette. Durante l'interrogatorio però l'uomo ha dichiarato di aver conosciuto la donna dominicana, di cui si era innamorato e di essere stato convinto proprio da lei ad organizzare l'estorsione. (Ansa)
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

300 mila euro per foto osé con l'amante, estorsione a Collegno

TorinoToday è in caricamento