menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bomba carta al derby della Mole, arrestato uno dei responsabili

Dalle indagini della Digos è emerso che l'uomo agiva con altri complici dediti ad attività violente e stava preparando un'altra azione da perpetrare nella trasferta successiva

Individuato e tratto in arresto dalla Digos di Torino uno dei presunti responsabili del lancio della bomba carta allo stadio Olimpico durante lo scorso Derby della Mole. Si tratta di un giovane di 28 anni residente nella provincia di Bergamo, non riconducibile ad alcun gruppo organizzato della tifoseria bianconera.

Il grave episodio era avvenuto alcuni minuti prima dell’inizio dell’incontro di calcio tra il Torino e la Juventus quando, nelle fasi di attesa del fischio di inizio, all’interno della curva “Primavera”, all’altezza del primo anello, nella parte più prossima al settore occupato dalla tifoseria bianconera, è esplosa una bomba carta dal forte potenziale, che ha causato il ferimento di 11 tifosi granata, alcuni dei quali condotti immediatamente al pronto soccorso per le ferite riportate.

Le indagini effettuate dalla Digos di Torino hanno permesso di risalire al ragazzo bergamasco, entrato allo stadio sottraendosi agli stretti controlli degli addetti alla sicurezza. Il reo, in specie, agiva insieme ad altri "soci", anch'essi propensi ad azioni violente: il gruppo in questione si stava organizzando, infatti, per altre condotte da perpetrare nella trasferta di campionato successiva al derby.

ASCOLTA L'INTERCETTAZIONE >>

In vista di tale azione, proprio il reo, si era procurato, assieme ad altri componenti, dei tubi idraulici della lunghezza di tre metri. Si tratta di oggetti che vengono normalmente utilizzati dagli ultrà negli episodi di scontri tra tifoserie.

Sono ancora in corso le indagini volte ad individuare altri responsabili dell’azione delittuosa del lancio della bomba carta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento