menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sassi contro il bus degli "avversari", arrestati 4 tifosi della Juve

Tre uomini e una donna, ultras della Juventus, sono finiti in manette arrestati dalla Digos per porto abusivo di armi in concorso. Prima del fermo da parte delle forze dell'ordine avevano minacciati i tifosi della Fiorentina diretti a Torino per la partita

Quando i poliziotti li hanno fermati in autostrada nell'auto avevano due pistole calibro 7,65, una mazza da baseball, un passamontagna, due caschi e un coltello da caccia. E' scattato immediatamente l'arresto per porto abusivo d'armi in concorso per quattro tifosi juventini segnalati alle forze dell'ordine da un gruppo di supporters della Fiorentina che poco prima, a bordo di un pullman, erano stati oggetto del lancio di diversi sassi mentre percorrevano la A26 in direzione del capoluogo piemontese per assistere al big match allo Juventus Stadium.

Il tutto è avvenuto intorno alle ore 18 in provincia di Genova. I tifosi viola sono stati minacciati da quelli bianconeri con una mazza da baseball durante una sosta dei primi presso l'area di servizio "Turchino Est". La segnalazione al 113 ha messo in fuga gli ultras juventini prima di passare all'azione. Ma dalle parole si sarebbe passati ai fatti alcuni minuti. Lungo l'autostrada infatti il bus viola è stato bersagliato da un lancio di sassi, presumibilmente proprio da parte dei tifosi della Juventus.

In manette sono finiti tre uomini di 26, 30 e 37 anni e una donna. Tutti, tranne uno, erano già noti alle forze dell'ordine per precedenti penali e uno di loro è risultato essere sottoposto a Daspo per fatti relativi a una partita del 2013 tra Atalanta e Juventus.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento