Cronaca

Colpisce un agente con un ombrello, tensioni allo stadio per Torino-Hellas Verona

Due petardi erano già stati lanciati dal pullman dei tifosi veronesi e diretti verso le forze dell'ordine. Durante i controlli, la Polizia di Stato ha identificato 58 persone appartenenti ad entrambe le tifoserie

Attimi di tensione ieri sera, presso lo stadio Olimpico, sede dell'incontro di calcio tra Torino ed Hellas Verona, dove la Polizia di Stato ha arrestato due tifosi veronesi per resistenza a pubblico ufficiale e possesso di artifizi pirotecnici.

Gli animi dei tifosi della squadra ospite si erano già accesi durante il tragitto dal casello autostradale allo stadio: dal pullman, infatti, sono stati lanciati due grossi petardi diretti verso le forze dell'ordine.

Giunti nei pressi dello stadio, i tifosi veronesi sono scesi dal pullman ed uno di questi, munito di ombrello, si è scagliato verso un operatore di polizia del Reparto Mobile, colpendolo. L'aggressore, un cittadino residente nel veronese, classe 1992, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate.

Secondo i medici che hanno preso in cura l'agente vittima dell'aggressione, le ferite saranno guaribili in 7 giorni.

Un altro tifoso dell'Hellas Verona, invece, è stato bloccato all'ingresso dello stadio perchè trovato in possesso di un grosso petardo. L'uomo, classe 1983, è stato tratto in arresto per possesso di artifizi pirotecnici.

La Polizia di Stato ha, inoltre, identificato 58 persone appartenenti ad entrambe le tifoserie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpisce un agente con un ombrello, tensioni allo stadio per Torino-Hellas Verona

TorinoToday è in caricamento