Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Ragazze romene sfruttate e picchiate, sgominata una banda

Minacciavano le ragazza con frasi come “se non paghi ti spariamo” o “se non paghi ti buttiamo l’acido in faccia”. Lo sfruttamento avveniva tra Torino e Lombardore: diversi gli arresti dei Carabinieri

Favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, estorsione e lesioni personali aggravate. Queste le principali accuse che hanno portato allo smantellamento di un gruppo criminale composto da persone che tenevano sotto stretto (e violento) controllo alcune prostitute romene, loro connazionali.

Minacce di morte e di tortura erano quotidiane nei confronti di decine di ragazze arrivate dalla Romania e costrette a prostituirsi tra Torino e Lombardore. Le indagini dei Carabinieri hanno portato a diversi arresti di donne e uomini senza scrupoli che si facevano pagare anche l’affitto del posto in cui esercitare l’attività: 70 euro a testa al giorno, assolutamente obbligatori, riscossi anche con frasi come “se non paghi ti spariamo” o “se non paghi ti buttiamo l’acido in faccia”.

Le indagini proseguono per identificare sia le ragazze coinvolte che altri componenti della banda. Ancora non è chiaro se vi sia un’organizzazione in Romania che recluta le ragazze nei villaggi più poveri per mandarle in Italia con la promessa di una vita migliore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazze romene sfruttate e picchiate, sgominata una banda

TorinoToday è in caricamento