Cronaca

Casting per scegliere le prostitute: due arresti e due indagati

Avevano praticamente monopolizzato l'area della Pellerina con le ragazze che portavano dalla Romania. Due cittadini romeni sono stati arrestati per sfruttamento della prostituzione

Facevano i casting in Romania per selezionare le donne e poi le portavano in Italia per farle prostituire. I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino hanno sgominato un'organizzazione criminale romena specializzata nello sfruttamento della prostituzione di ragazze molto giovani provenienti dalla Romania. Ioan C, 31 anni, e Ionut M., 27 anni, rispettivamente capo e braccio destro svolgevano, con l'aiuto di due donne, l'attività di sfruttamento. I primi due sono stati arrestati, mentre per le due donne è scattata la denuncia a piede libero.

Il 31enne organizzava imprenditorialmente l'attività delle prostitute, annotando la propria contabilità in una grossa agenda che chiamava "la bibbia". Inoltre l'uomo accompagnava le prostitute sul posto di lavoro, verificava la loro "produzione" con controlli saltuari e metteva a loro disposizione un appartamento per vivere. Decideva anche le tariffe e le provvigioni da destinare alle ragazze stesse. L'organizzazione aveva preso possesso dell'area nei pressi della Pellerina. Nel corso dell'indagine è emerso che Ioan aveva realizzato una vera e propria "Holding di piacere", con un guadagno di oltre 3 mila euro a settimana, poi ridotto a molto meno con la crisi economica, di cui lui stesso si lamentava perché la gente con la crisi pensava meno al divertimento e al sesso.


L'indagine è durata meno di un anno e ha portato all'identificazione di 8 ragazze sotto il controllo dell'uomo. Un dettaglio che è emerso è che le donne erano state private del documento di riconoscimento e che per essere "svincolate e libere" dovevano pagare un riscatto di circa 60 mila euro, come si è appreso da alcune intercettazioni telefoniche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casting per scegliere le prostitute: due arresti e due indagati

TorinoToday è in caricamento