Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Sgominata banda di nomadi ladri di rame e generatori di energia elettrica

Sedici persone sono state arrestate nei campi rom di Lungo Stura Lazio e di Corso Tazzoli con l'accusa di associazione per delinquere. Una decina i colpi messi a segno tra Torino, Cuneo, Vercelli, Asti e Aosta

I Carabinieri di Torino sono riusciti a fermare 16 persone per i furti di rame, utensili, attrezzi e generatori di energia elettrica in cimiteri, depositi delle Ferrovie dello Stato e aziende in provincia di Torino, Cuneo, Vercelli, Asti e Aosta. Sono tutti nomadi e sono stati arrestati per associazione per delinquere. Con una decina di colpi messi a segno, le persone fermate appartenevano tutte ai campi nomadi di Lungo Stura Lazio e di Corso Tazzoli, che sono stati completamente circondati da 130 Carabinieri mentre un elicottero li controllava dall'alto.


I militari hanno eseguito ordinanze di custodia cautelare del Gip di Mondovì emesse al termine di indagini partite dopo un furto di rame compiuto il 6 dicembre 2010 nel magazzino delle Ferrovie a Ceva. A due rom si contesta anche il reato di vilipendio di tombe per aver profanato alcuni sepolcri del cimitero di Villarbasse, il 17 dicembre scorso, per rubare oggetti e ornamenti di rame. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgominata banda di nomadi ladri di rame e generatori di energia elettrica

TorinoToday è in caricamento